Agenzia delle Entrate Fai Da TeAgenzia delle Entrate: online il servizio «Fai D.A. te» per Rottamazione-bis cartelle

Dal 6 novembre 2017 è possibile rottamare le cartelle direttamente sul web con il nuovo servizio messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate-Riscossione.

Si chiama «Fai D.A. te» il nuovo servizio che consente ai contribuenti di presentare direttamente online, sul sito web Agenzia delle Entrate-Riscossione, il modello della domanda per rottamare i carichi affidati all’agente della riscossione dal 1° gennaio al 30 settembre 2017.  

Ai fini della presentazione della domanda è necessario: 

  • accedere al portale www.agenziaentrateriscossione.gov.it; 
  • cliccare sul link presente nella pagina dedicata alla Definizione Agevolata 2017; 
  • compilare il modulo che appare sullo schermo.  

Nello specifico, il servizio richiede:  

  • di inserire i riferimenti alle cartelle o agli avvisi che si vogliono “rottamare”;
  • di allegare i documenti di riconoscimento (documento di identità e dichiarazione sostitutiva attestante la qualifica del dichiarante).  

Nel modello è possibile indicare se si intende pagare in un’unica soluzione oppure a rate. In quest’ultimo caso, gli importi dovuti possono essere ripartiti in un massimo di 5 rate di pari importo, la prima delle quali in scadenza il 31 luglio 2018 e l’ultima, il 28 febbraio 2019. 

In fase di compilazione del modello riveste particolare importanza l’indicazione di un indirizzo e-mail di riferimento dove si desidera ricevere la convalida della richiesta.  

Il termine per richiedere la rottamazione dei carichi affidati all’agente della riscossione tra il 1° gennaio e il 30 settembre 2017 scade il 15 maggio 2018. 

Dopo aver presentato la domanda, l’Agenzia delle Entrate-Riscossione invierà una comunicazione entro il 30 giugno 2018, la quale potrà essere di accoglimento della domanda (contenente l’ammontare complessivo delle somme dovute ai fini della Definizione agevolata 2017, la scadenza delle eventuali rate e i relativi bollettini di pagamento) oppure di eventuale diniego. 

 

Regolarizzazione delle istanze 2016 respinte 

Il servizio «Fai D.A. te» può essere utilizzato anche dai contribuenti che si sono visti respingere la domanda di adesione alla definizione agevolata 2016 perché non in regola con il pagamento di tutte le rate scadute al 31 dicembre 2016. Questi possono presentare una domanda di regolarizzazione (modello DA-R) utilizzando il servizio «Fai D.A. te». In questo caso, bisogna accedere alla sezione dedicata alla “regolarizzazione delle istanze respinte”, compilare e inviare la domanda di regolarizzazione (indicando se si intende pagare in un’unica soluzione oppure a rate).  

Per presentare la domanda i contribuenti, in questo caso, hanno tempo fino al 31 dicembre 2017.
 

Per tutte le informazioni consulta direttamente il Comunicato Stampa dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione del 6 novembre 2017

 

Dott.ssa Arianna PennacchioConsulenza Fiscale

 

 

Condividi questo articolo!